L’ultima sera al Faro di Lanciano

Con gli ultimi fuochi delle Feste di Lanciano, si è conclusa anche la manifestazione dedicata al Faro. Ricordiamo che il salotto culturale, nei pressi della struttura architettonica di Aldo Rossi, ha ospitato dai primi di settembre la mostra di composizioni fotografiche “KALEIDOSKOPICA” di Federico Comelli Ferrari. Di seguito il Faro è diventato palcoscenico per la grande cantautrice Andrea Mirò, ha illuminato la presentazione del romanzo noir di Gianluca Morozzi “Chi non muore”, è stato fondamentale elemento scenografico per la pubblica lettura di brani da “Diario di un insonne” di Federico Cervigni, ha accolto il mondo comico giullaresco di Maurizio di Marco con la sua Compagnia Teatrale il “Il Monello”.

Grazie alle arti visive, musicali, letterarie e performative di questi giorni si può dire che la zona di Via Monte Maiella sia rinata e il titolo “Rinascimento del Faro” dato dalla sua promotrice Raffaella Tenaglia, alla manifestazione nel suo insieme, sia veramente appropriato. La conclusione è stata con il finissage della mostra e un aperitivo di festeggiamento in compagnia di mimi clowns, a cura di Nicola Liberato, gli artisti di strada che hanno accompagnato e bonariamente disturbato gli ultimi visitatori. Il giorno dopo abbiamo incontrato Raffaela Tenaglia intenta a smontare gli elementi artistici e scenografici dell’iniziativa voluta, ideata e diretta da lei e dalla sua Pixie Promotion. Si dichiara quindi soddisfatta di come è andata e orgogliosa di questa manifestazione che ha dato lustro alla zona del Faro ed anche all’intera città. Ciò rimane la cosa più importante però non può negare di essere contenta dell’accoglienza del pubblico numeroso e variegato. Gruppi di persone hanno fatto anche chilometri per poter venire qui. I vari eventi hanno lasciato in lei emozioni tutte diverse a seconda di ciò che gli artisti e scrittori proponevano volta per volta. E’ stato un vero e proprio caleidoscopio di luci e colori. Il giorno di chiusura è stato anche quello dell’ansia nel doversi destreggiare tra l’odierno programma in scaletta, i visitatori e la confusione in città dovuta alla Processione della Madonna del Ponte. La difficoltà c’è stata più in questa occasione che con la rievocazione storica del Mastrogiurato e questo lo sottolinea con serenità perché vuol dire che la popolazione ci tiene molto di più alla sua illustre Patrona.

“Rinascimento del Faro” è stato realizzato con il Patrocinio del Comune di Lanciano e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura e quello dell’Urbanistica, è stato incluso nel cartellone delle Feste di Settembre 2012. Adesso i riflettori si spengono e Raffaela Tenaglia è di nuovo in partenza per Milano, alla volta della sua Pixie Promotion, ma di tutto questo periodo trascorso qui a Lanciano porta con sé la speranza che il Faro (nella foto a sinistra, in un disegno del pittore Benito Di Biase) , anche senza eventi, possa continuare ad essere illuminato. Ci tiene molto ed ha parecchio insistito presso chi di dovere, vedremo se sarà accontentata. Intanto adesso abbiamo ben chiaro che in città c’è un posto, ora avvolto nel silenzio, costituito da un molo ideale con i lampioni e il suo faro.

Arrivederci alla prossima estate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *