La Forestale sequestra oggetti in avorio illegalmente detenuti da commerciante pescarese

Un chilo e mezzo di oggetti in avario, da diversi paesi dell’Africa e dell’Asia e introdotti illegalmente in Italia, sono stati sequestrati, nel corso di una  operazione di controllo sul commercio illegale del materiale  in ambito regionale,  dagli uomini del Corpo Forestale dello Stato in forza al Servizio CITES Territoriale di Pescara, coadiuvati dal personale del Nucleo Commercio del Comando di Polizia Municipale di Pescara. Gli oggetti erano in possesso  di un commerciante locale,  che li deteneva in assenza della prescritta documentazione che ne attestasse la legale provenienza. L’ avorio sequestrato derivava dalla lavorazione di zanne di elefante indiano ed africano, specie per le quali la Convenzione di Washington ha istituito una più severa forma di controllo del commercio, non solo degli esemplari vivi ma anche delle parti come le zanne e dei prodotti derivati.

La merce sequestrata ha un valore commerciale di circa 2.000,00 euro e  si trovava all’interno di un esercizio commerciale esposta all’interno di due vetrine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *