A Città Sant’Angelo, arriva il telelaser

La Polizia Municipale di Città Sant’Angelo si è dotata di un telelaser di ultima generazione: a noleggio per un anno, l’apparecchiatura è dotata di una videocamera alta definizione capace di effettuare rilevazioni fino alla distanza massima di un km.

Grazie a una scheda di memoria, è possibile salvare le immagini e i filmati delle infrazioni che saranno poi mostrati ai trasgressori per la contestazione immediata della violazione.

“Il telelaser è uno strumento che adottiamo in un’ottica di deterrenza -assicura il comandante della Polizia Municipale Luca Marzuoli- nell’auspicio che possa essere utile a migliorare le condizioni di sicurezza per automobilisti e pedoni. L’apparecchio è in dotazione già da alcuni giorni, ma prima del suo impiego operativo abbiamo voluto effettuare alcuni test sia per acquisire maggiore familiarità con lo strumento, sia per mettere a punto tutta la modulistica necessaria e ottimizzare le procedure operative”.

Nel rispetto della legge, ogni volta che la pattuglia utilizzerà il telelaser, il posto di controllo sarà indicato con ampio anticipo: “grazie alla prevista segnaletica mobile” prosegue il comandante “che integrerà i segnali stradali fissi già installati in alcune delle vie principali. La facilità di utilizzo di questo modello di telelaser e il fatto che sia uno strumento veramente portatile, racchiuso com’è in una valigetta di piccole dimensioni, fanno sì che la pattuglia lo avrà sempre a disposizione con sé. Per questo motivo non forniremo l’indicazione delle zone e delle date in cui saranno effettuati i controlli. Molto semplicemente, i controlli saranno effettuati sempre. Ogni volta che la pattuglia lo riterrà necessario. E’ ovvio, però, che il posto di controllo sarà preavvisato dalla segnaletica e che – almeno nella prima fase di questo progetto – si prediligeranno le strade a maggiore densità di traffico o nelle quali è stato rilevato il maggior numero di incidenti stradali: Via degli Ulivi, Viale Petruzzi, il tratto urbano della Lungofino che attraversa l’abitato di San Martino e Via della Cona”.

La Polizia Municipale di Città Sant’Angelo ha già da tempo attivato un sistema di videosorveglianza fisso, che monitora aree sempre maggiori del centro storico e del territorio comunale.

“La videosorveglianza funziona – spiega Marzuoli – ed è già stata utile in numerose circostanze: basti pensare che ad oggi i verbali redatti per abbandono incontrollato di rifiuti sono già circa una quindicina. Ma la collaborazione dei cittadini resta fondamentale, in particolare per combattere le discariche abusive e i gesti di vandalismo ed è per questo che facciamo appello al senso civico di tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *