Gastronomia:Villa Maiella di Guardiagrele premiata con la “Giovane Famiglia dell’anno”.

La guida Identità Golose edizione 2013 presentata ieri a Milano ha premiato il ristorante Villa Maiella di Guardiagrele con il “Giovane Famiglia dell’anno”.

Il premio, consegnato da Anna Maschio a nome della Distilleria Bonaventura Maschio, è un ulteriore riconoscimento al ristorante abruzzese che solo qualche mese fa ha visto l’ingresso di Arcangelo Tinari nella prestigiosa associazione Jeunes Restaurateurs d’Europe e che da due anni può fregiarsi anche della prestigiosa stella Michelin e di numerosi punteggi assegnati dalle altre guide di settore.

Avviata nel 1968 da Arcangelo Tinari e sua moglie Ginetta (ancora oggi preziosissimi, l’uno alla cura dell’orto e l’altra tra i fornelli), l’attività del Villa Maiella è stata proseguita da Peppino Tinari e da sua moglie Angela che hanno contribuito a portare il ristorante a essere riconosciuta tra le migliori tavole italiane, meta di pellegrinaggio di tantissimi gourmet ma anche di semplici appassionati e clienti di ogni età e di cultori della più autentica cucina abruzzese. Da diverse stagioni ormai Angela e Peppino poco più che 50enni sono stati affiancati dai figli ben lontani dai trent’anni, Arcangelo (in cucina) e Pascal (in sala) forti di esperienze praticate nei migliori ristoranti d’Europa, da Michel Bras in Francia al Pescatore di Canneto sull’Olio.

“Se la ‘stella’ Michelin è stato il coronamento di un lavoro cominciato dai miei genitori e condiviso anche con i miei collaboratori – dice Peppino Tinari – il premio alla famiglia ci rende orgogliosi perché sottolinea l’importanza sociale ed economica in un settore, quale quello della ristorazione, dove la continuità può rappresentare un valore per l’intero territorio e per la sua cultura”.

Il Villa Maiella ha sempre fondato la sua filosofia sull’accoglienza familiare e professionale allo stesso tempo, all’interno del ristorante spazioso e luminoso, che nella bella stagione si arricchisce dell’ampio terrazzo con una vista unica dalla Maiella all’Adriatico.

La cucina si ispira da sempre alla stagione e ai prodotti del territorio, serviti in tavola in maniera tradizionale o appena rielaborati con sapienza e passione per rederli sempre attuali e contemporanei. Un impegno quotidiano attraverso il quale valorizzare in maniera i fornitori locali o le produzioni dell’azienda di famiglia che oltre all’orto dispone di un allevamento di animali di cortile. Ed ancora, il pane e la pasta fatti in casa, le minestre (di farro con legumi, ortaggi o verdure), le carni bianche, l’agnello o la cacciagione, i salumi di produzione propria, il tradizionale baccalà e la selezione di formaggi di diversa stagionatura e provenienza e infine, la straordinaria pasticceria che, pur rispettando le preparazioni classiche, le esalta con straordinaria fantasia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *