Automobilista arrestato a Montesilvano: minaccia con una pistola non sua altro conducente per una mancata precedenza

Minaccia con un pistola un automobilista dopo una discussione per una precedenza ad un incrocio, fugge e ma viene rintracciato e arrestato dai carabinieri. E’ accaduto la notte scorsa a Pescara.  Un 47enne di Montesilvano, A.S., è stato fermato per il reato di porto illegale di arma comune da sparo in luogo pubblico e minaccia aggravata. L’uomo, intorno all’1, in via Adige, a Montesilvano, era alla guida della propria autovettura, in compagnia di un amico, quando ha avuto un diverbio con un altro automobilista, uno 58enne di Spoltore. Le auto si sono parcheggiate una di fianco all’altra, A.S. ha impugnato improvvisamente una pistola e l’ha rivolta contro l’altro conducente per poi allontanarsi insieme all’amico. Immediatamente la vittima ha contattato il 112 segnalando l’accaduto e indicando l’auto con cui i due si erano allontanati, una Fiat 600, nonché la via di fuga, Corso Umberto. Da parte dei militari sono scattate le ricerche del mezzo che si sono concluse poco dopo in via Carlo Alberto Dalla Chiesa, sempre a Montesilvano, dove la Fiat 600 è stata bloccata e gli occupanti perquisiti. Nel corso del controllo, a bordo del veicolo è stata rinvenuta una pistola cal.6,35 di fabbricazione tedesca, completa di caricatore contenente sei cartucce. A quel punto i due uomini sono stati accompagnati in Caserma ed è emerso che la pistola è intestata al nonno della moglie del conducente del veicolo. Al termine degli accertamenti, A.S. è stato arrestato per il reato di  porto illegale della pistola e per minaccia aggravata ed è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione del P.M. di turno, Dott.ssa Barbara Del Bono, in attesa del processo per direttissima previsto per questa mattina. L’arma e i proiettili sono stati posto sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *