Minaccia di morte la moglie che maltrattava da 6 anni: la salva la polizia di Vasto

Per 6 lunghi anni il marito l’ ha picchiata ripetutamente. In molti casi è stata costretta a ricorrere alle cure dei sanitari per medicare le lesioni che l’uomo le procurava. Il calvario della povera donna, di origini rumene, però, si è finalmente concluso, grazie all’intervento degli uomini del Commissariato di Polizia di Stato di Vasto. L’ultimo episodio risale a qualche giorno fa quando il marito rientrando a casa, ubriaco, ha aggredito la consorte e ha iniziato a minacciarla di morte, tutto come in altre circostanze, ma questa volta l’uomo ha aggiunto un particolare inquietante: per la povera donna quello sarebbe stato l’ultimo giorno di vita, perché l’avrebbe uccisa. La malcapitata sapendo dell’esistenza di fucili in casa, ha iniziato ad urlare sperando che qualcuno la sentisse ed è riuscita a correre in strada. Fortunatamente i vicini hanno chiamato il 113. Gli operatori della Squadra Volante del Commissariato, coordinati dal Dirigente Dr. Cesare Ciammaichella, l’hanno trovato ancora fuori dell’abitazione, in preda ad una crisi di pianto e con addosso i segni delle violenze appena subite. Immediatamente hanno chiamato un’ambulanza che ha trasportato la poveretta in ospedale. L’uomo, D.J., di anni 49, già con precedenti penali per lesioni e maltrattamenti, ora dovrà rispondere anche di minaccia aggravata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *