70 lavoratori della SMI perdono il lavoro

Settanta lavoratori della sede di Mafalda della Società Materiali Inerti di Vasto, stanno per perdere il lavoro. Oggi, infatti, doveva essere l’incontro decisivo per salvare l’occupazione nell’incontro presso la sede dell’assessorato alle politiche sociali della Regione Molise. Le parti sono giunte al vertice nella consapevolezza che la procedura di rilascio dell’autorizzazione al progetto della centrale a biomasse nel comune di Mafalda si è irragionevolmente arenata in conferenza dei servizi senza che la Regione abbia fornito una adeguata spiegazione. La società abruzzese, rappresentata da Gianfranco Marrollo, comunque, si è mostrata disponibile a proseguire la CIGO in deroga fino al suo naturale esaurimento, fissato per il 31 dicembre prossimo chiedendo, però, alle rappresentanze sindacali, di mantenere aperta la procedura di mobilità fino alla fine dell’anno acconsentendo poi ad un accordo volontario sui licenziamenti.I sindacati, in particolare la CGIL, non hanno mostrato nessuna apertura ad un’ipotesi di accordo nei termini proposti dalla Società, con ciò impedendo qualsiasi possibile forma di prosecuzione del tavolo delle trattative.

La rottura delle trattative da parte dei sindacati comporterà, quindi, l’immediato licenziamento di oltre sessanta lavoratori, nonché un ulteriore aggravio dei costi per l’azienda che già si trova in una difficile posizione finanziaria. Tutto questo nella totale indifferenza della politica molisana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *