Crolli in via Sturzo a L’Aquila, 3 anni al progettista e direttore dei lavori

Tre anni di reclusione per omicidio plurimo e disastro colposo. E’ questa la sentenza pronunciata dal giudice monocratico del tribunale de L’Aquila, Giuseppe Grieco, nei confronti di Augusto Angelini, 85 anni, de L’Aquila. La vicenda è relativa al sisma che colpì il capoluogo nel 2009 in particolare nei crolli di due palazzi adiacenti di via Luigi Sturzo dove morirono 27 persone. Angelini, unico sopravvissuto tra gli indagati, era progettista architettonico e direttore dei lavori di entrambi gli stabili. L’imputato non era presente in aula per motivi di salute. Anche il pm, Fabio Picuti, aveva chiesto la condanna a tre anni di reclusione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *