Notte all’insegna di asce, coltelli e colli di bottiglie a Montesilvano e Trasacco

Due stranieri sono rimasti feriti ieri sera a seguito di una lite piuttosto violenta, a Montesilvano, durante la quale sono spuntati un’ascia e un collo di bottiglia. I due protagonisti sono un marocchino di 25 anni che vive in via Lazio e un senegalese di 22 anni che vive in via Ariosto, a Montesilvano, entrambi regolari. La discussione, scoppiata in strada per futili motivi, si è verificata alle 20 in via Ariosto ed entrambi erano alticci, stando alla ricostruzione dei carabinieri. Il marocchino è stato colpito al volto con un pugno per cui ha reagito e ha afferrato un’ascia. E’ stato bloccato prima che la usasse ma lui, preso da un impeto di violenza, si è munito di un collo di bottiglia e ha colpito il senegalese nella zona compresa tra il labbro e il mento. I carabinieri del posto, coordinati dal capitano Enzo Marinelli, che hanno avviato le ricerche hanno rintracciato e denunciato per lesioni personali aggravate.

A Trasacco è stato accoltellato un giovane, che è finito in prognosi riservata all’ospedale di Avezzano. Gli altri coinvolti nella zuffa, probabilmente tutti italiani, sono ancora ricercati. Le indagini sono state affidate agli agenti del commissariato di Avezzano, che stanno cercando di ricostruire l’accaduto. La rissa è avvenuta davanti a una tabaccheria e sarebbe cominciata dopo un battibecco tra due giovani. L’accoltellamento sarebbe avvenuto intorno alle 3 di notte e l’arma che ha ferito il giovane non è stata ancora trovata. Sono in corso degli interrogatori da parte degli agenti del commissariato di Avezzano che stanno cercando di individuare la persona che ha utilizzato il coltello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *