Nata la Banca dell’Adriatico: 268 sportelli tra Marche, Abruzzo e Molise

Banca dell’Adriatico e Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno si uniranno per dar vita ad un’unica nuova realtà creditizia che opererà con 268 sportelli lungo la dorsale adriatica nel territorio di Marche, Abruzzo e Molise come banca del territorio del Gruppo Intesa Sanpaolo. La nuova realtà prenderà il nome di Banca dell’Adriatico e avrà sede ad Ascoli Piceno. 

Lo ha deciso il Consiglio di Amministrazione di Banca dell’Adriatico presieduto da Giandomenico Di Sante. Analoga decisione è stata presa nei giorni scorsi dal Consiglio di Amministrazione di Carisap. 

L’operazione di fusione si dovrebbe realizzare nel primo trimestre 2013, dopo aver acquisito le prescritte autorizzazioni da parte degli organi di vigilanza. L’operazione – spiega una nota – porterà il Gruppo Intesa Sanpaolo ad essere presente con un solo marchio fortemente radicato nelle regioni di Marche, Abruzzo e Molise. 

La nuova realtà creditizia, che nasce dall’unione delle due banche, avrà masse intermediare per complessivi 15,7 miliardi, di cui 9 miliardi saranno le attività finanziarie della clientela gestite e 6,7 miliardi i finanziamenti in corso ad imprese e famiglie. 

Servirà 375.000 clienti attraverso i 268 sportelli diffusi capillarmente su tutti i territori di operatività, di cui 18 specializzati dedicati alle imprese, con 1.800 dipendenti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *