Fermato a posto di blocco: la Finanza scopre hashish e 352 pasticche di sostanze anabolizzanti

Lo ha tradito il nervosismo mostrato durante un controllo da parte della Guardia di Finanza, che aveva istituito un posto di blocco in Piazza della Marina di Pescara. Con l’ausilio di una unità cinofila, le Fiamme Gialle nell’auto del giovane sono state trovate una piccola quantità di hashish ed una bustina in cellophane, con 9 capsule di vario colore, che il conducente aveva addosso. Immediata la perquisizioni domiciliare nella quale venivano ritrovate e sequestrate altre 29 bustine contenenti ciascuna 9 capsule per un totale complessivo di 261. Nelle fasi delle ricerche non sfuggiva ai militari un ulteriore strano barattolo recante l’etichetta contenitore “Clen Burexin” all’interno del quale erano riposte altre 82 capsule di colore rosso, tutte contenente sostanze anabolizzanti. Insomma, in totale nr. 352 le capsule sottoposte a sequestro.

Già, nello scorso mese di settembre, le Fiamme Gialle pescaresi avevano posto sotto sequestro 15.000 confezioni di farmaci anabolizzanti e steroidi illegalmente detenuti, con tutta probabilità, destinati al “mercato nero” dei frequentatori di palestre ed atleti praticanti discipline sportive amatoriali.

L’operazione condotta richiama di nuovo l’attenzione sul fenomeno dell’uso degli anabolizzanti da parte degli atleti dilettanti non sottoposti a sorveglianza sanitaria ma, magari, somministrati da preparatori senza scrupoli e privi di cognizioni mediche. 

Il giovane ora è stato deferito, in stato di libertà, alla locale Procura della Repubblica, per illecita commercializzazione di sostanze anabolizzanti. Proseguono le indagini dirette a scoprire i canali di approvvigionamento ed eventuali responsabilità di altri soggetti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *