Spari in aria a Montesilvano: indagano i carabinieri. Arrestata rumena a Lanciano che accoltella il convivente

Una lite con un colpo di pistola sparato in aria. E’ quanto avvenuto ieri sera, pochi minuti prima delle 21, a Montesilvano, all’incrocio tra via Inghilterra e via Dante Alighieri. Uno dei due protagonisti della discussione, hanno riferito i cittadini che si sono rivolti al 112, era armato di pistola e avrebbe sparato in aria. Quando sul posto sono arrivati i carabinieri, con un equipaggio del Nucleo operativo radiomobile, agli ordini del capitano Enzo Marinelli, non hanno trovato nessuno, per cui sono in corso gli accertamenti. Sempre ieri sera i carabinieri di Montesilvano hanno denunciato due stranieri, un marocchino di 28 anni e un algerino di 34 anni, perché avrebbero tentato di rubare una Opel Zafira di proprietà di un romano. Su segnalazione di un testimone i carabinieri hanno raggiunto la zona dei grandi alberghi, dove è avvenuto il fatto, e bloccato i due le cui impronte delle scarpe coincidevano con quelle trovate sull’auto. L’algerino deve rispondere anche di atti osceni in luogo pubblico perché alla vista dei militari dell’Arma si è spogliato nudo pensando di evitare la cattura.

I carabinieri della Compagnia di Lanciano questa notte hanno arrestato una cittadina rumena di 37 anni che al culmine di una lite ha accoltellato il proprio convivente, colpendolo all’orecchio e recidendogli l’arteria secondaria. L’uomo, un 42enne originario di Ortona, è stato trasportato all’ospedale di Lanciano, dove si trova ricoverato in prognosi riservata. A telefonare al 112 è stata la stessa rumena che, resasi conto delle gravi condizioni in cui versava il compagno, dopo aver provato a soccorrerlo, ha avvertito i carabinieri. La donna si trova ora nella casa circondariale di Chieti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *