Nuovo blitz a Ranciteli: un arresto per detenzione a fini di spaccio di eroina e cocaina

Nuovo blitz delle forze dell’ordine  nel quartiere Rancitelli  nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, disposto dal Questore dr. Paolo Passamonti.

L’operazione di polizia è stata effettuata da 30 unità della Polizia di Stato tra personale della Questura, Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo,  Polizia Ferroviaria, con l’ausilio di 2 unità cinofile antidroga della Guardia di Finanza, ed il supporto dei militari dell’Esercito, normalmente impiegati presso la Stazione Ferroviaria, nonchè dei Vigili del Fuoco. Presente anche personale del 118. 

Sono state effettuate 11 perquisizioni domiciliari e personali, identificate 65 persone sospette, di cui una indagata in stato di libertà per violazione al foglio di via obbligatorio, controllati 19  veicoli, predisposti 3 posti di controllo, elevata una sanzione  amministrativa per violazioni al codice della strada, ed emesso un foglio  di via obbligatorio nei confronti di una persona pericolosa. 

24 sono stati i controlli delle persone sottoposte agli arresti domiciliari.

Durante un controllo su un autovettura con a bordo tre individui, due dei quali privi di documenti identificativi e tutti con precedenti di polizia. Gli operatori insospettiti dal comportamento della conducente del veicolo, Silvana Di Rocco, 29 anni, peraltro priva di patente di guida, la sottoponevano a perquisizione personale trovandola nella disponibilità di 10,14 gr. di eroina e 5,41 grammi di cocaina, scoperti  all’interno del reggiseno. La Di Rocco, sottoposta alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, aveva violato le misure imposte dalle prescrizioni. E’ stata arrestata per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente e denunciata per guida senza patente e violazione degli obblighi della sorveglianza speciale.

Sempre oggi  è stato rintracciato ed arrestato da personale delle volanti e della squadra mobile, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Como, Niang Mamadou, classe 72, cittadino senegalese, con  regolare permesso di soggiorno, domiciliato in Montesilvano, che dovrà scontare la pena di 9 mesi di reclusione  per il reato di ricettazione.

Ieri, personale della Squadra Mobile, ha arrestato Gianluca Di Francesco, 27 anni, pescarese, destinatario della misura degli arresti domiciliari emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pescara  per il reato di  furto aggravato, in concorso, e condannato alla pena di mesi 4 e gg. 22 di reclusione. Il fatto era avvenuto a Montesilvano il 15 novembre del 2009.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *