I carabinieri al laboratorio di neurologia dell’ospedale di Teramo: si sospetta abbia operato medico non autorizzato

Il sostituto procuratore Davide Rosati ha aperto un nuovo fascicolo d’indagine con l’ipotesi di abuso d’ufficio e truffa. Nel mirino, il laboratorio di neurologia dell’ospedale di Teramo, dove avrebbe operato un medico che non risulterebbe essere dipendente della Asl e, quindi, nemmeno autorizzata ad effettuare elettromiografie. Una prima risposta potrebbe arrivare dalla documentazione che questa mattina i carabinieri hanno acquisito e relativa alle attività diagnostiche eseguite nelle ultime settimane nella struttura. I militari dell’Arma hanno sentito anche alcuni dipendenti della Asl e pazienti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *