Menna (Udc): “Trasformare le Comunità montane in unioni dei comuni”

Il riordino delle Comunità montane è una tappa fondamentale delle riforme nella nostra Regione. La riduzione con l’accorpamento di alcune sono state un errore. Si torni alle 19 iniziali e le si trasformi in Unioni di comuni montani. Si potrà così garantire l’esercizio associato di servizi e funzioni, per ridare ossigeno ai piccoli comuni ed evitare la proliferazione di unioni, con assunzione di altro personale, che rischiano di diventare, prima ancora di cominciare, altri inutili e costosi carrozzoni. 

Comunità montane come unioni senza indennità per gli amministratori e a costo zero: i Comuni che fanno parte delle Comunità montane non possono far parte di altre unioni di Comuni.

Lo dico anche per essere stato per 10 anni presidente della C.M. del Medio Vastese: le Comunità montane hanno esaurito la funzione di riequilibrio socio-economico e territoriale per mancanza di politiche nazionali e regionali in tal senso.

Sono convinto che a breve l’assessore Masci porterà la riforma in aula, con una ampia condivisione e darò il mio contributo in tal senso anche con emendamenti migliorativi per concludere un iter che sembra davvero senza fine. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *