Soppressione Provincia: il Sindaco di Teramo, Brucchi, chiede un incontro ai Capigruppo di Camera e Senato

Prosegue l’attività del Sindaco di Teramo tesa a scongiurare l’ipotesi della soppressione della provincia, così come stabilito dal Governo con il Decreto-Legge del 5 novembre scorso.

Come deciso alcuni giorni fa nel corso della riunione che i Sindaci dei 35 comuni capoluogo le cui province sono soppresse hanno tenuto nella sede dell’ANCI a Roma, tra le altre iniziative programmate, figura la proposta di un incontro con i Capigruppo di Camera e Senato dei partiti che sostengono il Governo Monti, al quale invitare anche il Presidente della Commissione Affari Costituzionali, Onorevole Vizzini,  per rappresentare con dovizia di particolari, le preoccupazioni dei territori e valutare le azioni più opportune finalizzate al futuro iter del DL.

Pertanto,, quest’oggi, lo stesso Sindaco Brucchi ha indirizzato ai Parlamentari in questione, una lettera contenente appunto la richiesta dell’incontro; la lettera è firmata da Brucchi e dai Sindaci di Asti, Crotone, Mantova e Prato.

I Sindaci non sono contrari alla revisione della spesa, tanto che nella loro stessa attività amministrativa, in particolare negli ultimi anni, hanno posto in essere tutta una serie di atti a ciò finalizzati. Intendono però esprimere con vigore il proprio disaccordo su un provvedimento che mortifica  i territori e non dà loro alcuna prospettiva, sottolineando che, a loro giudizio, il futuro delle province italiane debba passare attraverso una Legge Costituzionale.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *