L’Emporio della Solidarietà diventa realtà a Teramo

Un vero e proprio supermercato solidale che punta ad essere un valido sostegno per le tante persone che, in questo periodo di crisi profonda, si ritrovano ad affrontare un momento di particolare difficoltà.

Nasce da qui il progetto dell’Emporio della Solidarietà, presentato questa mattina, nel Salone dell’Episcopio di Teramo, dal Vescovo di Teramo-Atri S.E. Mons. Michele Seccia e dal direttore della Caritas diocesana don Igor Di Diomede.

Presenti, anche, la vice presidente della Fondazione Tercas, Enrica Salvatore, Claudio Battipane, di Conad Adriatico, e Gabriele Valeri, dell’Istituto Diocesano Sostentamento Clero.

Sono questi, infatti, gli enti promotori che, insieme ad altri attori del territorio, hanno reso possibile la concretizzazione di un progetto lanciato dalla Caritas diocesana già diversi mesi fa.

“Quando c’è la buona volontà, l’impegno e la sinergia, si fanno cose grandi che vanno ben oltre la semplice elemosina” ha commentato Mons. Seccia.

“L’Emporio” ha aggiunto don Igor Di Diomede “vuole essere un piccolo aiuto in un momento particolarmente difficile per la società. Aumenta, infatti, la povertà relativa ed il numero di famiglie che perdono il lavoro e non riescono a supportare più nemmeno le spese quotidiane. Per loro, la spesa sarà gratuita, ma nello stesso tempo, consapevole e responsabile”.

Nello specifico, gli acquisti potranno essere effettuati per mezzo di una tessera nominativa magnetica con un credito virtuale a scalare.

All’Emporio potranno accedere tutti coloro che vertono in uno stato di vulnerabilità sociale, dovuto alla perdita di lavoro o ad altre cause che determinano la presenza di un reddito insufficiente ad ottemperare i primari bisogni della persona. Dopo aver effettuato la richiesta attraverso più colloqui ed aver allegato la documentazione necessaria (documento di riconoscimento, stato di famiglia, documentazione attestante il reddito familiare, storico anagrafico del Centro per l’Impiego di Teramo), verrà rilasciata una tessera carica di un importo virtuale in euro, spendibile in un mese. La scheda verrà ricaricata periodicamente, viene rilasciata dal Gruppo di Valutazione e consegnata presso l’Emporio.

L’Emporio resterà aperto al pubblico il lunedì e il mercoledì dalle ore 16.30 alle 19 ed il sabato dalle ore 9 alle 12. L’apertura sarà garantita da una equipe di volontari.

La prima fornitura di prodotti è stata assicurata da Conad Adriatico che ha messo a disposizione il pacco dono natalizio destinato ai dipendenti. “La vera scommessa” ha aggiunto Battipane “sarà la continuità, considerato che gli scaffali dovranno essere riempiti anche in futuro”.

E, in questo, sarà fondamentale il contributo di tutti.

L’Emporio della Solidarietà avrà sede in via Tevere, 20 a Teramo, nei locali messi a disposizione dall’Istituto Diocesano Sostentamento Clero.

L’inaugurazione, in programma giovedì 6 dicembre, alle ore 12.30, sarà preceduta da un convegno dal titolo “I Ripartenti. Povertà croniche e inediti percorsi di risalita nella stagione della crisi”, che si terrà nella sala convegni della Facoltà di Medicina Veterinaria, in via Aldo Moro a Teramo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *