Omicidio a Vasto: l’autopsia conferma che Michela Strever è stata soffocata

Morta per soffocamento. E’ questo il responso dell’autopsia eseguita oggi a Vasto dal medico legale della Asl, Pietro Falco, sulla salma di Michela Strever, 73 anni, trovata morta, ieri mattina, nella sua abitazione in via Villa de Nardis. Si conferma, quindi, quel che trapelava dopo la scoperta del cadavere. L’anziana sarebbe stata uccisa nel corso di una rapina: chi è entrato nell’abitazione, l’ha legata e poi le infilato in bocca dei pezzi di carta, che l’hanno appunto soffocata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *