Antenne S. Silvestro, Mascia ricorre al Consiglio di Stato

Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia annuncia che il Comune impugnerà dinanzi al Consiglio di Stato, proponendo un appello cautelare, tutte le ordinanze di sospensiva delle determine dirigenziali di disattivazione delle antenne di San Silvestro decise dal Tar. 

Sono 4 le ordinanze di sospensiva già emanate lo scorso 20 dicembre per le prime quattro emittenti che hanno impugnato i provvedimenti del Comune. Il ricorso al Consiglio di Stato – spiega il sindaco – verrà presentato entro la metà di febbraio, ovvero entro i 60 giorni dalla pubblicazione delle sospensive del Tar. Invece la prima udienza di merito, sempre dinanzi al Tar, è stata fissata per il 4 luglio. Inoltre domani il Tar dovrà pronunciarsi sulle richieste di sospensiva proposte da altre 14 emittenti radiotelevisive. Mascia assicura che “non cambierà la linea assunta dall’amministrazione comunale circa la necessità di delocalizzare gli impianti da quella collina di Pescara. La nostra – aggiunge – non è una battaglia contro delle aziende, ma è un’azione a difesa del diritto alla serenità di famiglie esasperate”. 

In base a quanto appurato dal Comune, sulla base delle indagini della Guardia di finanza, 59 emittenti non sono a tutt’oggi provviste dell’autorizzazione comunale necessaria per trasmettere dal colle. Ecco perché sono state firmate le ordinanze dirigenziali del Comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *