Con l’auto in un canale del Fucino: un’altra vittima della strada nella Marsica

Un uomo di 36 anni, Giuseppe Asci, di Venere di Pescina, ha perso la vita questa mattina in seguito a un incidente stradale avvenuto nel tratto stradale della Marruviana, nel Fucino. L’uomo, che lavorava in un bar di Avezzano, il Conca D’Oro, a bordo di una Opel Corsa, viaggiava in compagnia di un amico, quando per cause che sono in via di accertamento, si è scontrato con una Lexus. Particolarmente violento l’urto, che ha fatto cambiare direzione all’utilitaria, che finita in un canale. Asci è morto sul colpo, mentre l’amico è stato soccorso e trasportato all’ospedale di Avezzano. Anche il conducente dell’altra auto è stato ricoverato in ospedale. Sul posto dove è accaduto l’incidente, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Celano, il 118, i Vigili del Fuoco e la Misericordia di San Benedetto.

Il Presidente della Provincia de L’Aquila, Antonio Del Corvo, in una nota, esprime profondo sconforto per la morte del giovane Giuseppe Asci. “Una tragedia che si va ad aggiungere alla lista nera delle vittime di una strada per la quale la Provincia de L’Aquila ha avviato l’iter per la messa in sicurezza immediatamente dopo il mio insediamento – chiarisce Del Corvo – e per il quale ha recuperato un finanziamento di dieci milioni di euro, concessi nel 2002 e, purtroppo, mai utilizzati da chi ci ha preceduti. Abbiamo realizzato il progetto e la gara si e’ conclusa due mesi fa, con l’aggiudicazione provvisoria. Purtroppo, il secondo classificato ha presentato ricorso al TAR e ora siamo in attesa che quest’ultimo si esprima tramite sentenza. Sara’ mio impegno nei prossimi giorni, per quanto possibile – continua il presidente – trovare un modo per accellerare questo percorso, per dare vita ad un progetto che, con la mia Amministrazione, abbiamo ritenuto essere una priorità del nostro mandato. Un progetto che vogliamo si concretizzi immediatamente perché da esso, dipendono le vite e la sicurezza dei cittadini. Una messa in sicurezza che conseguirà l’allargamento della strada, con la presenza di numerose rotatorie, eliminando le intersezioni più pericolose e mettendo degli appositi guardrail, corrispondenti ai canali che circondano il Fucino”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *