Operazioni dei carabinieri a Casoli e Vasto

E’ stato identificato dai Carabinieri di Casoli l’autore di una truffa avvenuta lo scorso novembre ai danni di un 29enne del posto. Le indagini degli uomini dell’Arma erano scaturite dalla denuncia della vittima che, dopo l’accaduto, si era rivolta ai militari per chiedere aiuto. Il giovane aveva spiegato ai militari di aver acquistato, per se e per i suoi amici, 10 biglietti per l’incontro di calcio Pescara – Juventus al prezzo di 600 euro ma di non averli mai ricevuti poiché il venditore era sparito senza farglieli mai recapitare. L’acquisto, stando al racconto del 29enne, era avvenuto mediante una “ricarica” di una carta postepay le cui coordinate gli erano state fornite dallo stesso venditore telefonicamente. Il giovane infatti aveva spiegato ai carabinieri di non aver mai incontrato la persona che gli avrebbe dovuto vendere i biglietti ma di averci parlato sempre al telefono. Sulla base delle indicazioni fornite dal giovane i Carabinieri della Stazione di Casoli hanno avviato delle indagini riuscendo ad identificare l’autore della truffa, un 40enne di Pescara, nei cui confronti è quindi scattata una denuncia in stato di libertà con l’accusa di truffa.

Un 26enne di Vasto è stato denunciato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, la scorsa sera, è incappato in una pattuglia di militari che stava effettuando un posto di controllo alla circolazione stradale. Il 26enne, con precedenti penali, apparso da subito nervoso, è stato trovato in possesso di alcune dosi di hashish. Nella sua abitazione gli uomini dell’Arma hanno poi recuperato altre dosi di stupefacente, sequestrando complessivamente 51 grammi di hashish.

Sempre la scorsa sera a Vasto, i carabinieri hanno anche denunciato in stato di libertà una casalinga albanese di 40 anni che aveva rubato alcuni cosmetici all’interno di un punto vendita “Acqua e Sapone” del centro abitato. La donna è stata bloccata dai militari all’uscita del negozio e nella sua borsa sono stati recuperati i prodotti il cui valore ammonta a circa 40 euro. A richiedere l’intervento dei Carabinieri è stato il personale del negozio che ha avvertito il 112. Immediato l’intervento di una gazzella dell’Arma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *