Palombaro, coppia in manette per spaccio di droga. In casa 6 chili di ‘sensimilla’

Detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Con questa accusa la polizia stradale di Lanciano ha arrestato una coppia di sessantenni residenti a Pennadomo. I due coniugi, Bruno Di Maddalena, 64 anni e Emilia Paradisi, 62, entrambi della località del chietino sono stati trovati in possesso nella loro abitazione di quasi 6 chili di ‘sensimilla’, fiori di marijuana allo stato puro. 

Un quantitativo importante di droga che sul mercato dello spaccio, assicurano gli inquirenti, avrebbe fruttato circa 140 mila euro.

La droga, letteralmente “senza semi”, è stata rinvenuta nell’abitazione dei due coniugi dalla Polizia Stradale nel corso di una perquisizione, nel pieno centro del paese. All’operazione ha preso parte anche l’unità cinofila della Guardia di Finanza di Pescara: e’ stato proprio il cane ‘Wagol’ a scovare, nel sottofondo di un armadio della camera da letto, il grande quantitativo d’ “erba”. In casa sono stati trovati anche 19 grammi di hascisc. 

A Di Maddalena, per motivi di salute, sono stati concessi gli arresti domiciliari, mentre la moglie è stata trasferita nel carcere di Chieti. L’inchiesta è condotta dal pm della Procura di Lanciano Rosaria Vecchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *