Pescara: fermati all’alt, aggrediscono i poliziotti. Tre arresti

Tre arresti sono stati operati dalla squadra mobile di Pescara. Intorno alle ore 4.45 una volante in servizio ordinario di controllo ha intimato l’alt ad una autovettura Lancia Y guidata da una ventisettenne pescarese. Chiesti i documenti identificativi ai cinque occupanti del veicolo, subito uno di questi Faye Khadim, senegalese di anni 22 andava in escandescenze, minacciandoli di ucciderli mentre un altro passeggero, Fall Abdou Karim, senegalese, di anni 23, tentava di sottrarsi al controllo incamminansi nonostante i ripetuti inviti a fermarsi. Nel tentativo di accompagnarli in Questura per l’ identificazione, anche con l’ausilio di un altro equipaggio della volante che nel frattempo si era avvicinato, i due senegalesi continuavano ad opporre resistenza, rifiutandosi di salire sulle auto di servizio spintonando ed aggredendo i poliziotti, tre dei quali riportavano lievi ferite, mentre un’altra passeggera Luciani Elisangela si frapponeva enegicamente tra i suoi amici e gli operatori, minacciando questi ultimi di farli uccidere dai suoi amici. Tutti e tre i giovani sono stati pertanto arrestati per resistenza, lesioni e minacce gravi a a pubblico ufficiale e, trattenuti in Questura.

Questa mattina è stato effettuato nel quartiere Rancitelli, un servizio di prevenzione, controllo del territorio, Polizia Giudiziaria, ordine e sicurezza pubblica, disposto dal Questore dr. Paolo Passamonti, che ha interessato segnatamente lo stabile denominato ‘ferro di cavallo’, ubicato in questa via Tavo,  per poi estendersi nel  quartiere di Fontanelle e nella zona Zanni. L’operazione di Polizia è stata effettuata da personale della Questura di Pescara unitamente a pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo, coadiuvato da unità cinofile della Polizia di Stato. Presente  personale del ‘118’ e dei VV. F.

Sono stati conseguiti i seguenti risultati: 38 controlli a persone; 2 controlli a veicoli; 1 persona denunciata per inosservanza alle prescrizioni relative alla sorveglianza speciale; 3 perquisizioni domiciliari; 3 perquisizioni personali; 11 controlli di persone sottoposte agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *