21 sindaci del frentano chiedono la revoca del cda della EcoLan

Lanciano, Fossacesia, Altino, Frisa, Treglio, Tornareccio, Archi, Casoli, Lama dei Peligni, Sant’Eusanio del Sangro, Ortona, Roccascalegna, Gessopalena, Torricella Peligna, Colledimacine, Taranta Peligna, Montenerodomo, Palena, Torino di Sangro, Pietraferrazzana e Arielli. E’ l’elenco dei comuni i cui primi cittadini hanno chiesto la revoca del consiglio di amministrazione della EcoLan di Lanciano, la società per azioni che gestisce il servizio rifiuti per conto di 53 comuni del comprensorio frentano. La richiesta “urgente” di convocazione dell’assemblea straordinaria per “revocare il Consiglio d’Amministrazione in carica” e nominarne uno nuovo è arrivata sui tavoli della EcoLan l’11 febbraio scorso. “Grave situazione gestionale della società EcoLan spa” e “criticità del servizio rifiuti connesse all’operatività degli impianti consortili”, scrivono nella richiesta i 21 sindaci che chiedono la convocazione dell’assemblea straordinaria “al massimo per la data del 19 febbraio 2013” e con all’ordine del giorno la “revoca del Cda in carica, la nomina del Cda e l’eventuale esercizio dell’azione sociale di responsabilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *