Pescara città d’annunziana: sette giorni dedicati al suo Vate

Domani, 13 marzo, è l’anniversario della nascita di Gabriele d’Annunzio e Pescara, la sua città natale, ha iniziato oggi, con un’anteprima, con due video di Rai Storia sul Vate, la serie di avvenimenti in programma per l’intera settimana. Si è cominciato con gli studenti del liceo classico, che hanno potuto vedere i documentari. Uno dei due, il più lungo, sarà trasmesso domani sera (ore 23) su “Rai storia”, canale 54: l’altro filmato, realizzato con Maurizio Gianotti e composto dalla fusione di dieci puntate da due minuti l’una, è stato trasmesso in parte oggi da Uno Mattina.

I video raccontano, attraverso la testimonianza di Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione Il Vittoriale degli italiani, storia e curiosità della vita di d’Annunzio mostrando, attraverso le immagini, i suoi luoghi, in particolare il Vittoriale di Gardone Riviera (Brescia). Dai fatti pubblici alle vicende private il Vate viene raccontato nella sua complessità e vengono ripercorse tutte le tappe fondamentali della sua esistenza, a partire dalla nascita, a Pescara, fino alla morte, svelando aspetti a molti sconosciuti. Guerri, presente questa mattina al classico, ha invitato gli studenti a partecipare, domani, ad un convegno “epocale” su d’Annunzio che si terrà all’Aurum, e ha voluto sottolineare che questo illustre pescarese “non fu fascista ma libertario e del fascismo fu più vittima che complice”.

Il presidente della Fondazione ha anche detto che “nel mese di marzo e fino a metà aprile gli studenti di Pescara avranno la possibilità di usufruire dell’ingresso gratuito al Vittoriale” e lui sarà “felice di fare da guida”, laddove possibile. Alla proiezione dei filmati ha partecipato, tra gli altri, l’assessore comunale alla cultura Giovanna Porcaro la quale ha ricordato che “è in corso un percorso di valorizzazione e di straordinaria integrazione tra il Vittoriale e Pescara. Non è stato un percorso facile e automatico, ma sta dando i primi frutti”.

Intanto, nella sala Aternum del Comune è stato esposto l’atto di nascita originale di d’Annunzio. Si tratta del Registro dello Stato Civile originale del 1863. È stato anche annunciato dal capogruppo Udc in consiglio comunale, Licio Di Biase, e dal presidente Roberto De Camillis che, in occasione dei 150 anni dalla nascita del Vate, sarà consegnata nelle scuole della città una copia in anastatica del numero unico del giornale ‘Gabriele d’Annunziò dato alle stampe nel 1964, ossia l’anno seguente al centenario della nascita, che raccoglie tutte le iniziative, manifestazioni, i documenti prodotti nell’anno del centenario, a cura del Comitato costituito in occasione delle celebrazioni e presieduto da Spataro.

Poste Italiane, in occasione dell’emissione del francobollo commemorativo di Gabriele d’Annunzio, ha predisposto una serie di iniziative filateliche dedicate alla celebrazione del 150° anniversario della nascita del Vate. Domani sarà disponibile l’annullo filatelico speciale Giorno di emissione presso lo Sportello Filatelico di Pescara Centro (C.so V. Emanuele II) dalle ore 8,20 alle ore 19,05 e presso l’ufficio postale mobile allestito per l’occasione dalle ore 9.00 alle ore 21 in Piazza della Rinascita, nel cuore nevralgico della città di Pescara.

Inoltre, presso l’ufficio postale mobile è prevista l’emissione di un annullo filatelico speciale richiesto dal Comune di Pescara e dedicato a “Pescara”, Città Dannunziana.  Gli speciali bolli saranno utilizzati per timbrare tutte le corrispondenze presentate agli sportelli, dove saranno, inoltre, disponibili vari prodotti filatelici dedicati all’evento tra cui il Folder. Il Folder Filatelico, che viene realizzato per ricordare personaggi illustri o fatti di particolare rilievo sociale, in questa occasione è stato pubblicato in edizione speciale con lamina d’argento e rappresenta un nuovo modo di collezionare i prodotti filatelici. Il Folder, infatti, contiene: il francobollo, una tessera (una piccola confezione ideata per conservare per uso filatelico o per la spedizione di corrispondenza), una  cartolina e una busta primo giorno realizzati per ricordare l’immagine dell’illustre personaggio.

E nei giorni in cui si celebra il 150esimo anniversario della nascita del Vate, a Pescara viene presentato “Gabriele d’Annunzio – Il caso Wagner”, il libro a cura di Paola Sorge edito da Elliot (64 pagine, 7,50 euro). L’incontro con l’autrice è venerdì, prossimo, 15 marzo, alle 18 nella libreria Feltrinelli (via Milano angolo via Trento), e con Sorge ci sarà il giornalista e musicologo Paolo Di Vincenzo. In questo nuovo volume dedicato al poeta pescarese, la studiosa di d’Annunzio interviene sulla polemica che contrappose il filosofo tedesco Friederich Nietzsche al compositore Richard Wagner. Quando il saggio Der Fall Wagner (il caso Wagner) non era stato ancora tradotto in italiano, d’Annunzio (che ne aveva letto ampi stralci in un articolo in francese) pubblicò tre articoli nell’estate del 1893 sul giornale romano La Tribuna. Il letterato italiano prese le parti del musicista difendendo la sua musica “bellissima con un alto valore di arte indipendentemente dalla faticosa macchinazione teatrale”. Sorge illustra le teorie che contrapposero Nietzsche a Wagner e poi D’Annunzio a Nietzsche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *