I Comuni teramani scelgono la rosa di Sindaci per la nomina dei componenti del costituendo Ente regionale del servizio idrico integrato

Il sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi, il sindaco di Roseto, Enio Pavone, il sindaco di Martinsicuro, Paolo Camaioni, il sindaco di Cortino, Gabriele Minosse e quello di Isola del Gran Sasso, Alfredo Di Varano. E’ questa la rosa designata dall’assemblea dei primi cittadini del teraano, che questa mattina, in Provincia, sono stati scelti per e inviati all’Anci per la nomina del rappresentante dei centri del teramano all’interno del consiglio di amministrazione del costituendo Ente regionale del servizio idrico integrato.

Il Consiglio di amministrazione del nuovo organismo – istituito con una legge regionale del 2011 (n 9 del 12 aprile) per l’organizzazione del nuovo servizio idrico integrato con un ambito territoriale unico coincidente con l’ambito regionale – sarà infatti composto dai quattro Presidenti di Provincia e da quattro sindaci delegati dall’Anci su proposta dell’Assemblea dei sindaci. Tutte le cariche sono a titolo gratuito.

Sarà compito dell’Ersi organizzare il Servizio Idrico Integrato “costituito dall’insieme di servizi pubblici di captazione, adduzione e distribuzione di acqua ad uso civili, di fognatura e di depurazione”. Gli atti fondamentali di pianificazione e di programmazione del Servizio idrico integrato dovranno essere sottoposti all’approvazione delle assemblee dei sindaci (denominate appunto ASSI) le quali esprimono pareri vincolanti e obbligatori.

Questa mattina, oltre ai sindaci e al presidente della Provincia, ha partecipato ai lavori preliminari alla votazione anche il Commissario straordinario di nomina regionale, Pierluigi Caputi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *