Micron, il sindaco di Avezzano sollecita il Ministro: riapra il tavolo

“La cessione dello stabilimento di Avezzano alla società tedesca LFoundry annunciata dalla due aziende all’indomani delle elezioni politiche, senza quel passaggio formale in  sede di Governo con le istituzioni locali e i sindacati  per una verifica puntuale sulla credibilità e la sostenibilità del piano industriale, sia in termini occupazionali che investi mentali sta generando comprensibili tensioni sociali sia all’interno che all’esterno del sito produttivo abruzzese”.  

Una constatazione per la quale Giovanni Di Pangrazio, indaco di Avezzano è tornato a sollecitare il Governo, affinché la cessione dello stabilimento tra Micron e LFoundry  rientri, come assicurato formalmente al tavolo del Mise dal direttore generale di Micron Italia, Sergio Galbiati, nella cornice istituzionale. In altre parole, un incontro a livello ministeriale, appunto, con la riapertura immediata del tavolo istituzionale al Ministero dello Sviluppo Economico

“Qui – dice Di Pangrazio – occorre fare chiarezza assoluta su: prospettiva industriale, il piano di rilancio del sito di Avezzano, la salvaguardia dell’intera forza lavoro, compagine societaria in ingresso, situazione economica della LFoundry, misure di garanzia della Multinazionale Usa”.

Il passaggio in sede di Governo, quindi, si rende necessario e urgente per fugare dubbi e inquietudine della comunità, legittimamente preoccupata per l’incertezza sul futuro e  i  riflessi a livello occupazionale.

“Per tali comprensibili motivi – conclude il primo cittadino -, abbiamo bisogno di avere delucidazioni chiare e prospettive certe sull’operazione vendita di un insediamento fondamentale che rappresenta una realtà produttiva di primaria importanza per la Marsica e per l’Abruzzo intero: il sito produce il 10% dell’export regionale, il 40% del Pil dell’area marsicana, e occupa oltre 2mila dipendenti, tra diretti e indotto”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *