Inseguito da ordine di cattura europeo: lo sorprendono i carabinieri a San Salvo

Un rumeno di 27 anni, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di San Salvo perché condannato a 3 anni e 6 mesi di carcere per truffa, contraffazione e traffico di documenti amministrativi commessi nel suo paese. Nei confronti dell’uomo pendeva un mandato di arresto europeo emesso dalle Autorità rumene. I militari dell’Arma hanno fermato l’uomo verso le 22 di sabato scorso mentre stavano svolgendo un servizio perlustrativo all’interno del centro abitato di San Salvo. Gli accertamenti effettuati mediante la Banca Dati hanno permesso di scoprire che, sul conto dell’uomo, vi era il provvedimento di cattura che gli è stato poi notificato in caserma. Tratto in arresto, il rumeno è stato tradotto presso la casa circondariale di Vasto. 

Quattro giovani sono stati denunciati, questa notte, dai Carabinieri della Stazione di Torino di Sangro con le accuse di possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e ricettazione in concorso. I militari li hanno fermati mentre erano a bordo di un’auto all’interno della quale sono stati rinvenuti un televisore e della bigiotteria verosimilmente provento di furto nonché giraviti di grosse dimensioni, arnesi atti allo scasso e due torce. Gli uomini dell’Arma stavano svolgendo un servizio perlustrativo nel comune di Torino di Sangro quando hanno visto transitare la Fiat Punto con a bordo i quattro giovani. Insospettiti, i militari hanno raggiunto l’auto e hanno intimato l’alt agli occupanti rinvenendo così la refurtiva e il materiale da scasso. I giovani, due 21enni di Sant’Eusanio del Sangro, ed un 20enne ed un 17enne di Lanciano, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria mentre la refurtiva è stata posta sotto sequestro. Sono in corso accertamenti, da parte dei carabinieri, per cercare di risalire alla provenienza della merce recuperata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *