Paganica: gli Alpini rimettono a posto il sentiero per il santuario della Madonna d’Appari

Con l’approssimarsi delle festività della Santa Pasqua e in occasione dei festeggiamenti della Madonna d’Appari, il Gruppo Alpini, unitamente al Nucleo di Protezione Civile di Paganica ha ritenuto opportuno prendere l’iniziativa della pulitura e dell’apertura del sentiero di circa 300 metri per raggiungere il santuario. 

In tratto, a seguito di rapporti con l’Amministrazione Provinciale che ha finanziato e realizzato l’intervento, nella persona dell’Assessore Guido Quintino Liris, e con il Comune dell’Aquila con l’Assessore Alfredo Moroni, si è comunemente trovato un accordo di affidamento provvisorio al Gruppo della gestione e manutenzione del di sentiero. Sabato scorso si è provveduto alla pulitura e ristrutturazione di parecchie parti del percorso in tavolato, che con il passare del tempo si sarebbe definitivamente degradato.  Domani, alle ore 17, si svolgerà una cerimonia di inaugurazione, per presentare l’opera a tutti coloro che andranno al Santuario, con invito a visitare anche quel tratto meraviglioso di sentiero, contornato da piante ad alto fusto e dal Torrente Raiale, che in questi giorni è particolarmente ricco di acqua e che crea uno scenario incantevole. Come comunicato dall’Assessore Liris, la settimana scorsa è stato appaltato il completamento dell’opera fino al ponte del mulino di Paganica, che dovrà essere realizzata entro l’estate 2013, il che renderà ancora più bella la camminata senza il pericolo degli automezzi. 

Il Gruppo Alpini ed il Nucleo di Protezione Civile di Paganica confida nel rispetto verso le strutture esistenti da parte di tutti coloro che si recheranno in quei luoghi, nonché nella collaborazione delle varie Associazioni di Volontariato che vorranno collaborare al servizio proposto ed invita tutti a partecipare all’evento, ringraziando anticipatamente quelli che ci verranno a trovare. Ringrazio principalmente tutti i volontari che si sono prestati alla realizzazione del progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *