Sottratti alle procedure fallimentari quasi 4 milioni di patrimonio societario. Sette dirigenti d’azienda denunciati per bancarotta dalla Finanza

Bancarotta documentale e distrattiva. Da questa accusa dovranno difendersi sette dirigenti d’azienda facenti parte di tre società fallite nel Vastese e finite nel mirino della Guardia di Finanza di Vasto. Avrebbero sottratto alle procedure fallimentari quasi quattro milioni di patrimonio societario. Altri 25 imprenditori della zona erano stati denunciati nel 2012 nell’ambito dell’inchiesta con cui i militari hanno scoperto fallimenti pilotati e fraudolenti. Ora i responsabili rischiano dai 3 ai 10 anni di carcere e l’inabilitazione a esercitare attività d’impresa per un decennio.

“Nei primi tre mesi del 2013 le Fiamme Gialle della Compagnia di Vasto, su delega della Procura della Repubblica di Vasto, hanno svolto indagini in materia di reati fallimentari riguardanti società di capitali”, si legge in un comunicato del Comando provinciale della finanza.

L’inchiesta si è concentrata su tre società del vastese, fallite di recente, i cui amministratori sono stati denunziati per bancarotta documentale e distrattiva. Le persone denunziate sono risultate 7 ed avevano tutte ruoli di amministrazione di diritto e di fatto in seno alle tre società. Il passivo fallimentare delle società, distratto dagli amministratori, accertato ammonta complessivamente a 3 milioni 962mila 420 euro, di cui un milione 150mila in denaro e 450mila in beni strumentali ed attrezzature varie. L’attività investigativa conclusa nell’anno corrente dalle Fiamme Gialle è il naturale proseguimento di quella avviata nel 2012 che ha permesso di denunziare 25 amministratori di diritto e di fatto resisi responsabili di aver sottratto complessivi 3 milioni 48mila 850 euro dall’attivo fallimentare a danno dei creditori, a fronte di un passivo fallimentare complessivamente pari a 11 milioni 23mila 200 euro e 63 centesimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *