A scuola di ingegneria naturalistica nel parco Sirente Velino

A scuola di ingegneria naturalistica nel Parco regionale Sirente Velino: il full immersion, al quale hanno già aderito 20 ingegneri, prende il via l’11 aprile, nella sede dell’Ente, a Rocca di Mezzo: la prima giornata di teoria apre la serie di iniziative in scaletta fino al 20 aprile, chiuse con il Convegno Internazionale esperienze d’ingegneria naturalistica in Italia, Spagna e America Latina. “L’obiettivo del Parco”, afferma il presidente, Simone Angelosante, “è quello di formare figure professionali nel campo dell’ingegneria naturalistica che esercitano attività in zone protette e specialmente ai tecnici delle pubbliche amministrazioni”. Un progetto a tutto campo: il progetto organizzato dall’’Ente Parco in collaborazione con l’AIPiN, l’Ordine dei geologi della Regione Abruzzo e l’AEIP A (Asociación Española de Ingenieria del Paisaje), infatti, prevede anche la pratica, ovvero, un Cantiere Didattico di Ingegneria naturalistica. Il corso  di 32 ore (18 di teoria, 2 di escursione, 12 di cantiere didattico) si svolgerà i giorni 11, 12, 18 e 19 aprile, mentre il convegno internazionale il 20. 

     “Il Parco”, spiega il direttore Oremo Di Nino, “aggiunge un altro elemento importante al modello di protezione di natura e cultura, la formazione di tecnici specializzati in ingegneria naturalistica per ridurre al minimo l’impatto ambientale negli interventi da realizzare”. Applicazione delle tecniche di Ingegneria naturalistica nella difesa del suolo; descrizione delle principali tecniche antierosive, stabilizzanti e consolidanti; metodologia e casistica degli interventi in ambito idraulico e di versante; lineamenti geologici, geomorfologici e vegetazionali del Parco Regionale Sirente Velino saranno gli ingredienti base del corso di formazione curato dai Docenti: Paolo Cornelini (esperto AIPIN, vice-presidente AIPIN), Gianfranco Pirone (Università de L’Aquila – Dipartimento di Scienze Ambientali), Enrico Miccadei (Università di Chieti), Albert Sorolla (AEIP-Asociación Española de Ingenieria del Paisaje) Paola Sangalli (AEIP), Lino Ruggieri (docente esperto AIPIN, responsabile AIPIN Gruppo Promotore Abruzzo), Cesare Crocetti (socio esperto AIPIN-Gruppo Promotore Abruzzo). Sotto i riflettori anche gli interventi di Ingegneria Naturalistica nel Parco Regionale Sirente Velino relazioneranno Paolo Cornelini, Lino Ruggieri, Cesare Crocetti: Analisi stazionale; Progettazione; Cantiere didattico; Analisi post-opera dell’intervento. Partecipano anche i componenti della direzione lavori: Paolo Cornelini, Lino Ruggieri, Cesare Crocetti, Albert Sorolla, Paola Sangalli; e dell’Assistenza Tecnica di Cantiere, la Coop. Ambiente e Territorio. 

Gran finale il 20 aprile, giorno del Convegno Internazionale organizzato dall’Ente Parco in sinergia con l’Associazione Italiana per l’Ingegneria Naturalistica, l’Asociación Española de Ingenieria del Paisaje, l’Università di Firenze – DEISTAF e l’Ordine dei Geologi della Regione Abruzzo, al via alle 9, con i saluti delle Autorità. Alle 9:30 presentazione e introduzione a cura del direttore Oremo Di Nino; alle 9:40 Ruolo dell’Università dell’Aquila nella diffusione dell’Ingegneria Naturalistica in Abruzzo (E. Cicolani); alle 10, Stato dell’ingegneria naturalistica in Italia e nel mondo (G.Sauli, Presidente nazionale AIPIN); alle 10.20, Esperienze di Ingegneria Naturalistica in Abruzzo (L. Ruggieri, Università de L’Aquila, AIPIN-Gruppo Promotore Abruzzo); alle10:40, Tecniche innovative di Ingegneria Naturalistica nel Parco Sirente-Velino (P. Cornelini, Vicepresidente nazionale AIPIN); alle 11, Esperienze di ingegneria naturalistica nelle colline calanchive senesi
(M. L. Bernabei, G. Mazzoni, AIPIN-Toscana); alle11.40, Esperienze di Ingegneria Naturalistica in Spagna (P. Sangalli, Presidente AEIP); alle 12, Nuovi metodi di intervento di Ingegneria Naturalistica nei corsi d’acqua della Catalogna (A. Sorolla, Vicepresidente AEIP); alle12.30, Ingegneria Naturalistica in America Latina
(F. Preti, R. Ferrari, A. Petrone, C. Crocetti, DEISTAF-Università di Firenze); alle 13.10,  Discussione conclusiva. Il convegno sarà chiuso con la visita agli interventi di Ingegneria Naturalistica realizzati nel Parco Regionale Sirente Velino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *