Ricettazione e indebito utilizzo di carta di credito, i domiciliari un 21enne di Pescara

La squadra mobile di Pescara ha notificato a Samuel Spinelli, 21 anni, un provvedimento di applicazione della misura degli arresti domiciliari emessa dal giudice per le indagini preliminari Mariacarla Sacco, su richiesta del pubblico ministero Valentina D’Agostino, perché ritenuto responsabile dei reati di ricettazione e indebito utilizzo di carta di credito. Il procedimento penale nasce dalla denuncia di furto effettuata da un neo papà il 1 marzo 2013 al quale, mentre si trovava al reparto di neonatologia presso l’Ospedale Civile di Pescara, era stato sottratto dalla giacca il portafoglio, contenente, tra l’altro, una carta di credito. Le attività investigative poste in essere dalla Squadra mobile hanno permesso di accertare che la carta di credito rubata era stata utilizzata per effettuare due prelievi  bancomat di 500 euro presso un istituto bancario di via Tiburtina e una transazione di  di 118 euro presso una nota gastronomia, dove erano stati acquistati generi alimentari. Proprio le immagini estrapolate presso le telecamere della banca hanno consentito di identificare, quale autore dei reati, lo Spinelli Samuel, che da poco diventato padre anche lui, si trovava quella stessa mattina presso l’Ospedale  Civile, reparto di neonatologia, per una visita del figlio di appena sette giorni di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *