Destra in lutto, si è spento Teodoro Buontempo

La destra italiana e abruzzese è in lutto per la scomparsa di Teodoro Buontempo. 67 anni, Buontempo, presidente della Destra, si è spento questa notte alle 4,30, in una clinica romana dove era ricoverato dopo essere stato colpito da una grave malattia. 

“Sapere che Teodoro Buontempo non c’é più e’ un dolore enorme per ogni uomo di destra e soprattutto per i militanti de La Destra – ha dichiarato il segretario nazionale del partito, Francesco Storace -. “La splendida famiglia del nostro presidente e noi tutti perdiamo un esempio, un punto di riferimento per chi ancora crede nei valori, per chi è contaminato dalla forza della passione, dal valore dell’onesta’, dalla fede e dall’onore”.

Buontempo, abruzzese e un diploma di ragioneria, era nato a Carunchio, in provincia di Chieti, il 21 gennaio del 1946. Da Ortona,  dove ha studiato e iniziato le prime esperienze politiche, poco più che ventenne, Buontempo nel ’68 si trasferisce a Roma. Fondatore di una delle prime radio libere negli anni Settanta “Radio Alternativa”, la sede di via Sommacampagna diventa il fulcro di decine di iniziative di giovani missini. Da lì, scuola politica anche violenta, si formò la futura classe dirigente della destra italiana, da Gianfranco Fini a Maurizio Gasparri a Gianni Alemanno.

“Con la morte di Teodoro Buontempo, scompare una figura che con forza e passione è sempre rimasta legata al suo Abruzzo, dove era nato e dove aveva iniziato il percorso politico”. Lo sottolinea il Presidente del Consiglio regionale Nazario Pagano, che ha inviato le condoglianze di tutta l’Assemblea alla famiglia Buontempo. “La strenua difesa dei meno fortunati e delle loro istanze – ricorda Pagano – ha fatto di Teodoro Buontempo un esempio a cui ogni uomo politico, al di là delle proprie ideologie e appartenenze, deve fare riferimento. Resteranno nella memoria di tutti, le sue battaglie combattute accanto ai più umili, portate avanti senza mai dimenticare quei valori sociali in cui credeva”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *