Teramo: coltivavano marijuana in una serra in casa. Scoperti dai carabinieri che li arrestano

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Teramo diretti dal Ten. Pietro Fiano e coordinati dal Magg. Americo Di Pirro, nel corso di un mirato servizio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, nella tarda serata di ieri, hanno tratto in arresto in flagranza di reato due giovani teramani (L.C. 32enne e M.D.S. 28enne) resisi responsabili di coltivazione illecita di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”.

Poco prima della mezzanotte, infatti, i militari che già da tempo erano sulle tracce dei due giovani, decidevano di fare irruzione nell’appartamento in loro uso sito nel centro di Teramo per dar luogo ad una perquisizione domiciliare nel corso della quale venivano rinvenute ben nove piante di “marijuana” dell’altezza di circa cm.120 all’interno di una piccola serra realizzata artigianalmente e dotata di lampade alogene, ventilatore, un piccolo sistema di irrigazione ed un timer per attivare il tutto automaticamente.

Le ricerche permettevano di individuare anche ulteriori semi di “marijuana”, un bilancino di precisione ed un tritaerba.

Gli investigatori, dopo gli accertamenti ritenuti necessari, dichiaravano in arresto i due giovani sottoponendoli agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazione a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica, dott.ssa Silvia Scamurra, in attesa dell’udienza di convalida e del rito di giudizio per direttissima che si terrà domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *