Trasporti, i sindacati contro la Saga

Si fanno difficili i rapporti tra sindacati e la Saga. E anche molto. I segretari regionali Franco Rolandi della FILT CGIL, Amelio Angelucci della FIT CISL, Giuseppe Murinni della UIL  UILT e Luciano Pantoni dell’UGL trasporti, hanno infatti comunicato alla società che gestisce lo scalo aereo abruzzese e al presidente della Provincia di Pescara, Guerino Testa, l’avvio  delle procedure di raffreddamento e conciliazione nei confronti della Società Saga Spa, che potrebbero portare allo sciopero. 

Le sigle sindacali sono arrivate a questo punto dopo aver inoltrato al presidente della società, Lucio Laureti, lo scorso 8 marzo, una richiesta di incontro urgente che prevedesse la contestuale partecipazione di assessori regionali Giandonato Morra (Trasporti) e Mauro Di Dalmazio (Turismo). Inoltre, con formale richiesta di accesso agli atti, avevano domandato il rilascio di copia di atti, pubblici, quali i verbali del Consiglio di Amministrazione relativi al periodo 2011-2012-2013 (comprensivi di note allegate); quelli inerenti alle assemblee ordinarie e straordinarie dei soci dello stesso periodo. Il tentativo era ovvio: portare alla luce quella che è la reale prospettiva dell’Aeroporto, assumendo le decisioni che siano finalizzate alla salvaguardia di uno dei pilastri di un possibile sviluppo economico e sociale della nostra Regione. 

D’altro canto, lo stesso Testa, qualche giorno fa, ha ritenuto di doversi appellare al Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, sulle condizioni dell’aeroporto, definito dal presidente della Provincia, “vitale per Pescara e per l’Abruzzo”.

Le istanze dei sindacati sono state disattese, tanto più che che “la Saga – sottolineano i segretari regionali – ha ritenuto di gestire la situazione occupazionale attraverso lo strumento dei licenziamenti”.

Di qui, l’avvio  delle procedure di raffreddamento e conciliazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *