I fondi scarseggiano ma l’Estate Musicale Frentana numero 42 si farà

Il prossimo 19 giugno con il concerto di apertura dell’Orchestra di Roma Tre, prenderà il via la 42sima edizione dell’Estate Musicale Frentana. E già questa è una grande notizia. Visti i fondi a disposizione, essere riusciti a organizzarla  è di per se un evento. Lo ha sottolineato oggi, presentando la manifestazione insieme al sindaco di Lanciano, Mario Pupillo e al direttore artistico Luigi Piovani, l’assessore alla Cultura, Pino Valente, il presidente dell’Associazione degli Amici della Musica Fedele Fenaroli, Omar Crocetti: “La nostra è la più grande stagione concertistica didattica d’Italia, tutti gli eventi sono collegati strettamente al momento formativo: è un miracolo organizzare un’edizione del genere con 40 concerti di cui 26 a pagamento, 14 seminari per circa 2000 musicisti con i fondi ridotto all’osso”. E giù un pò di conti: “Lavoriamo con un terzo dei fondi che avevamo a disposizione nel 2009 ma abbiamo triplicato le attività; abbiamo puntato tutto sulla didattica che da sempre è il fiore all’occhiello del sodalizio che presiedo: siamo gli unici a formare musicisti in Abruzzo, una delle tre realtà italiane, eppure riceviamo molto poco dal Fondo Unico dello Spettacolo e ancor meno dalla Regione Abruzzo”. 

I fondi a disposizione dell’EMF per la 42sima edizione ammontano a circa 80mila euro: 36mila dalla Regione e poco più di 40mila dal Fus. 

“Siamo arrabbiati con la Regione Abruzzo – ha detto Pupillo – che destina 1,2 milioni di euro all’istituto Braga di Teramo e 36mila euro all’Estate Musicale Frentana: non si può trattare così un ente prestigioso che per di più fa formazione”. 

L’EMF attira da tutto il mondo giovani musicisti e grandi interpreti della musica classica, e non solo, per i corsi musicali che vengono tenuti nel Parco delle Arti Musicali di Lanciano. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *