Pesce, fave e piselli sulla tavola di Slow food

Archiviato con successo il primo dei tre appuntamenti con “La primavera nel piatto: tra mare e gli orti del vastese”, lo Chef e Gourmet Marianna De Palma prepara la seconda serata con Slow Food, caratterizzata da pietanze rigorosamente composte da prodotti ittici e degli orti vastesi di questo periodo. Attraverso i “suoi piatti”, lo Chef ci guiderà alla scoperta di una “primavera gastronomica” sostenibile e, allo stesso tempo, gustosa. La condotta Slow Food di Vasto, di cui è referente Raimondo Pascale, è da sempre sostenitrice della campagna “mangiamoli giusti: i pesci da mettere nel piatto e quelli da lasciare nel mare”. Quest’anno la condotta è impegnata nella organizzazione di tre iniziative di tipo didattico- gastronomico che vede come protagonisti il pesce cosiddetto “povero” e i prodotti stagionali degli orti. Il primo incontro, svoltosi il 3 maggio scorso, è stato molto apprezzato dai numerosi partecipanti, i quali a causa della esigua disponibili di posti, hanno dovuto prenotare con largo anticipo. La seconda serata è fissata per venerdì 17 maggio (cena), mentre domenica 26 maggio l’evento si svolgerà a pranzo, alle ore 13, sempre presso la Pizzeria-piccola Osteria “Il Signore di Graz”, sulla Loggia Ambling. Tre giornate con tre diversi menù, ciascuno dedicato ai prodotti della primavera. Il primo dei tre appuntamenti ha visto come protagonisti il pesce cosiddetto “povero” ed il carciofo di Cupello, con i vini della Cantina Colle Moro. La Cantina nasce nel 1961 in località Guastameroli di Frisa, grazie ad un manipolo di volenterosi vignaioli della zona. Oggi, dopo un cammino lungo ed impegnativo, Colle Moro riscuote ampi consensi presso un pubblico sempre più vasto ed esigente, grazie alla qualità dei suoi vini e alla passione e alla tenacia che infonde nel suo lavoro. In occasione del secondo appuntamento di venerdì 17 maggio, l’enologo della Cantina Collemoro presenterà le nuove etichette. La serata di venerdì sarà dedicata dallo Chef a pietanze composte da alici, scaglie di pecorino, crema di piselli e pescato del giorno. Per dessert, una bavarese agli agrumi e fondente. Le prenotazioni si accettano al numero telefonico 331.4362733. Il costo della cena, bevande comprese, è di euro 25,00 per i soci Slow Food; 30,00 euro per i non soci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *