“Amo chi legge…e gli regalo un libro”

In tutta Italia “Amo chi legge…e gli regalo un libro”, grande manifestazione di promozione della lettura e del libro. Dal  23 fino al 27 maggio prossimi, ma poi continuerà per  tutto l’anno, puoi fare dono di un libro ad una scuola o a una biblioteca a prezzi vantaggiosi. Di cosa si tratta? “L’intento – spiega Antonio Monaco, responsabile del Gruppo editori ragazzi di AIE – non è solo quello di rifornire le biblioteche ma anche di creare un circolo virtuoso a beneficio della promozione alla lettura. Ci sembrava necessario lavorare con le scuole ma anche con le biblioteche e le librerie, giocandoci in prima persona come editori per ragazzi. Così è nata l’iniziativa e così è nata la lista dei 100 classici imperdibili, un suggerimento,  concepito da una rosa ampia degli editori e selezionati poi dai bibliotecari e dagli esperti di Nati per Leggere. All’interno non ci sono i  classici imperdibili alla Piccole Donne e Pinocchio, per capirci, ma i “nuovi classici imperdibili”, quelli che formano gli 0-14enni e più di oggi”.

L’iniziativa nasce dalla campagna promossa da Sinnos “I libri? Spediamoli a scuola!” che AIE ha deciso di sposare e assorbire in un nuovo, grande, progetto, coinvolgendo tutta la filiera del libro (scuole, librerie, biblioteche). Le scuole e le biblioteche di pubblica lettura stileranno una lista di libri desiderati per arricchire l’offerta all’utenza scolastica e cittadina, a partire dall’elenco dei “100 libri per ragazzi imperdibili di oggi”. E’ stato proprio questo il primo passo di Amo chi legge…e gli regalo un libro: una lista definita grazie a una sinergia tra AIE, AIB e Nati per Leggere, che editori e bibliotecari insieme considerano fondamentali all’interno di una biblioteca per ragazzi, sia questa scolastica che pubblica. Una lista stilata per fasce di età, creata con l’intento di fornire un valido strumento e supporto per definire gli elenchi dei libri desiderati, che saranno quindi esposte nelle libreria e nella biblioteca che hanno deciso di gemellarsi e collaborare in quest’iniziativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *