Il mondo della cultura in lutto: è morto Igino Creati

Il mondo intellettuale, regionale e nazionale, è in lutto per la dolorosa scomparsa di Igino Creati, uno dei maggiori poeti italiani e studioso di spessore internazionale, e instancabile organizzatore del prestigioso Premio Penne – Mosca.

Le Edizioni Tracce si uniscono al dolore della famiglia e del mondo culturale regionale e nazionale per il vuoto che lascia Igino Creati con la sua scomparsa.

I funerali si svolgeranno domani, 29 maggio, alle ore 10.30, presso la Chiesa Santa Maria Madre della Chiesa, in Via Sele, a Montesilvano (PE).

Igino Creati, nato ad Arsita (Teramo) e vissuto a Pescara, si è laureato in lettere classiche e ha insegnato italiano e storia nelle scuole superiori. 

Ha lavorato come giornalista per 15 anni nelle televisioni private. 

Ha collaborato a riviste e periodici con rubriche e interventi critici sulla letteratura contemporanea. 

Ha ideato e organizzato numerose manifestazioni culturali tra cui il Premio Arsita e il Premio Nazionale di Narrativa e Poesia “Città di Penne”, esportato, dal 1995, a Mosca su sollecitazione del governo russo. Tale premio prevede un concorso letterario gemello rispetto a quello di Penne. 

Il Premio Penne è stato tra i primi a coinvolgere le scuole nello svolgimento del lo stesso, sia in qualità di giuria popolare che nell’accogliere, in un dibattito costruttivo, i finalisti. E’ tra i più importanti a livello nazionale e internazionale.

È stato il fondatore dell’A.S.P.A. (Associazione dei Poeti Abruzzesi). 

Ha vinto numerosi premi di poesia e critica letteraria tra cui il “Città di Pisa”, il “Ceppo – Nuove Proposte”, il “Chiaravalle” e il “Sant’Egidio”. Nel 1995 gli è stato assegnato il “Vanvitelli” per la sua poesia e per la sua attività di promotore. 

Numerose le opere poetiche: Gocce d’alba (1971), Dissidio (1973), La collina di luce (1975), L’onesta solitudine (1981), Via Donatello 23 (1986), Quarto piano (1995), Un tunnel lungo il cuore (2005), I cieli di San Pietroburgo – dal 1986 tutti editi con le Edizioni Tracce. 

I versi di Creati sono stati tradotti in lingua rumena, greco, russo, inglese e spagnolo.

“Con la morte del professor Igino Creati scompare una delle figure più autorevoli della cultura abruzzese”. 

Lo ha detto il Presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, appresa la notizia della scomparsa del Segretario Generale del Premio Penne, Igino Creati. Aveva 67 anni. “La sua incessante attività messa in campo per la promozione dell’arte letteraria – ha ricordato Pagano – lo hanno reso un simbolo soprattutto tra i giovani. Recentemente, il Consiglio regionale aveva anche riconosciuto l’alto valore culturale al Premio “Città di Penne” del quale egli è stato fondatore. Alla famiglia – conclude – le condoglianze mie personali e dell’Assemblea regionale abruzzese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *