Lettera di minacce a Zavattaro e Chiodi. Errani: “Fatto da non sottovalutare”

Anche il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, ha espresso solidarietà ai vertici della Azienda e al Presidente della Regione Abruzzo per quanto accaduto oggi a Chieti, dove è stata recapitata presso gli uffici della Asl una lettera di minacce ed un proiettile, indirizzata al Direttore Generale, Francesco Zavattaro, e la governatore Gianni Chiodi. 

“Si tratta di atti che non vanno sottovalutati, su cui mi auguro possa essere fatta ben presto luce da parte degli organi di polizia – ha detto Errani -. Ho telefonato al Presidente Chiodi per manifestargli, anche a nome delle Regioni, solidarietà e vicinanza e la più ferma condanna di ogni tentativo intimidatorio”.

La busta con della polvere bianca e un proiettile calibro 9×21 è stata recapitata negli uffici della Asl Lanciano Vasto Chieti di Chieti, in via Martiri Lancianesi. C’er anche una lettera firmata da un sedicente movimento popolare, la cui sigla secondo gli inquirenti non è mai apparsa in precedenza, che conteneva appunto minacce a Chiodi e Zavattaro. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Chieti e gli artificieri del Comando Provinciale dei Carabinieri di Chieti che hanno attuato la profilassi N.B.C.R. Il materiale rinvenuto è stato repertato dal personale del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Chieti mentre i cinque dipendenti dell ufficio protocollo venuti a contatto con la busta sono stati accompagnati dal personale del 118 nel Reparto malattie infettive dell’ospedale di Chieti per gli accertamenti del caso. I dipendenti sono stati tutti dimessi senza prognosi. Le indagini sono in corso anche per stabilire le eventuale collegamento della sigla, mai apparsa in precedenza, con organizzazioni eversive.

“Nessuna giustificazione può arrivare per chi compie gesti tanto gravi. Qualsiasi tipo di confronto trova spazio nell’ambito democratico e istituzionale. Al presidente Chiodi, al direttore Zavattaro ed ai loro staff va la massima solidarietà del Pd abruzzese, nell’auspicio che siano presto identificati i responsabili di gesti tanto gravi – ha affermato il segretario regionale del Pd Silvio Paolucci.

Anche dal PdL sono giunti messaggi di solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *