Tenta di baciare due minorenni: 55enne finisce ai domiciliari

Un 55enne della provincia di Chieti è finito agli arresti domiciliari su disposizione del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Chieti che, al termine delle indagini svolte dai Carabinieri della Compagnia di Chieti, ha emesso nei suoi confronti la misura cautelare con l’accusa di violenza sessuale su minori. Sul conto del 55enne gli uomini dell’Arma hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza in merito a due episodi avvenuti tra la fine del mese di maggio e i primi giorni di giugno che hanno visto coinvolti due ragazzini di 11 e 13 anni. A denunciare l’accaduto presso il Comando dell’Arma erano stati proprio i genitori dei due minorenni che, in entrambi i casi, avevano raccontato ai militari che i propri figli, mentre si recavano a scuola, erano stati avvicinati da uno sconosciuto che aveva tentato di baciarli dopo aver provato a immobilizzarli. L’attività d’indagine avviata tempestivamente dai Carabinieri ha permesso di risalire all’uomo che è stato identificato grazie anche alle testimonianze di alcune persone presenti nelle circostanze. Il 55enne, ieri mattina, è stato posto agli arresti domiciliari a seguito della misura cautelare disposta dall’Autorità Giudiziaria di Chieti sulla base degli elementi raccolti dagli uomini dell’Arma.

Il tempestivo intervento dei Carabinieri dopo la telefonata pervenuta al 112 da parte del direttore di un supermercato che aveva sorpreso una donna a rubare dei cosmetici e dei prodotti alimentari nel suo esercizio commerciale ha fatto scattare, ieri sera, le manette ai polsi di una 41enne, vecchia conoscenza delle Forze dell’Ordine. La donna è stata bloccata dai militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Lanciano prima che riuscisse ad allontanarsi dal centro commerciale e dovrà rispondere, ora, del reato di furto aggravato. La 41enne, alla fine del mese di Maggio, era stata denunciata dai Carabinieri del posto poiché si era allontanata da casa in orario notturno sebbene avesse l’obbligo di rimanere in casa dalle 22 alle 7 come disposto dall’Autorità Giudiziaria frentana. I militari, nella circostanza, l’avevano riconosciuta malgrado il suo goffo tentativo di nascondersi. Ieri sera la donna ha tentato di rubare dei generi alimentari e dei cosmetici, per un valore di 35 euro circa, in un centro commerciale del centro abitato di Lanciano, ma è stata sorpresa dal direttore che ha subito avvertito i Carabinieri. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria la donna è stata posta agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *