Musica e libri nelle serate d’estate alla Torre del Cerrano

Il 27 giugno a Torre Cerrano primo di una serie di presentazioni editoriali “Libri…di sera..al Cerrano” che si snoderanno per l’intera estate fino al prossimo 12 settembre. La prestigiosa rassegna è organizzata dall’Area marina Protetta Torre del Cerrano e da RICERCHE&REDAZIONI, la casa editrice teramana di Giacinto Damiani e Barbara Marramà specializzata in volumi di pregio su Teramo, l’Abruzzo e la Montagna Abruzzese.

Giovedì dalle ore 19 il sipario sarà aperto dal libro “LUNGO LA STRADA FERRATA DA GIULIANOVA A TERAMO” di Francesco Savini a cura di Sandro Galantini: l’opera, pubblicata nel 1927, secondo gli intenti dell’Autore, doveva costituire per il viaggiatore una guida sintetica relativa alle località toccate dal percorso ferroviario sulla vallata del fiume Tordino tra Teramo e Giulianova, quella che oggi definiremmo una guida turistica a tutti gli effetti. Seguirà “TERAMO D’ALTRI TEMPI”: il libro raccoglie le più belle cartoline illustrate d’epoca della Teramo d’altri tempi, a cura di Giacinto Damiani e Berardo Di Giacomo. La degustazione di prodotti degli “Amici del Parco” concluderà la serata.

Venerdì 28 giugno si terrà a partire dalle 21 nella suggestiva location dei giardini della Torre, un evento musicale di grande spessore: Cesare Malfatti in concerto, organizzato dalla Compagnia dei Merli Bianchi di Giulianova e dall’Area Marina Protetta Torre del Cerrano. Conosciuto al grande pubblico soprattutto per aver fatto parte dei La Crus, il cantautore milanese presenterà in anteprima  per l’Abruzzo il secondo lavoro da solista “Due anni dopo” pubblicato ad aprile di quest’anno. Malfatti sarà accompagnato alla seconda voce da Stefania Giarlotta. “Due anni dopo” raccoglie gli undici brani del debutto discografico da solista del noto musicista e due inediti. Per la prima volta, Malfatti canta e suona una molteplicità di strumenti che vanno dalla batteria al pianoforte, dalle chitarre al charango, dall’autoharp allo xilofono.  Il lavoro di Malfatti sorprende e incanta per la cura nei dettagli e per l’impatto dei brani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *