Sulmoma: contro la soppressione del tribunale avvocati decisi a ricorrere alla Corte di Giustizia Europea

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Sulmona, all’esito dell’assemblea di oggi, nell’evidenziare, ancora una volta, da un lato la irragionevolezza assoluta della recente decisione della Corte Costituzionale che ha rigettato la questione di legittimità costituzionale relativa alla riforma della geografia giudiziaria e, dall’altro, la specificità unica del Tribunale di Sulmona e dell’intero comprensorio del centro Abruzzo montano che del Tribunale costituisce il circondario, ha deciso di attuare le seguenti iniziative: valutare la possibilità di formulare ricorso dinanzi alla Corte di Giustizia Europea alla quale devolvere le specificità già evidenziate nella ordinanza di rimessione alla Corte Costituzionale per la declaratoria di illegittimità della legge di riforma della geografia giudiziaria; chiedere audizioni alle commissioni di giustizia di camera e senato; insistere affinché venga messa nel calendario dei lavori parlamentari la proposta di legge ad iniziativa popolare già depositata in una con le sottoscrizioni; di invitare la regione Abruzzo affinché prenda una netta posizione sulla riforma della geografia giudiziaria che ha investito con effetti devastanti il territorio regionale; contribuire alla formazione del comitato permanente per la salvaguardia del Tribunale di Sulmona così come proposto dal Sindaco del Comune di Sulmona nel corso dell’assemblea pubblica del 29.06.2013; organizzare la marcia della giustizia lungo il percorso che va dall’alto Sangro sino a L’Aquila, con tappe presso i comuni coinvolti dalla soppressione al fine di sensibilizzare la popolazione di riferimento;  di propone ai cittadini l’astensione dal voto in occasione delle elezioni regionali di prossima indizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *