Agguato a Rancitelli: ferito con sei colpi di pistola ex componente della banda Battestini. Arrestato l’autore

E’ uscito di carcere due giorni fa e stamattina lo hanno atteso per strada e gli hanno sparato ben 6 colpi di pistola contro, che lo hanno ferito alle gambe. Un agguato, forse un avvertimento. Il passato di Claudio Di Risio, 51 anni, d’altro canto, indica questa strada agli inquirenti. Ex componente della Banda Battestini, tristemente nota negli anni ’70, era ancora nel sotto la lente d’ingrandimento delle forze dell’ordine. Negli ultimi due anni era stato arrestato nell’ambito dell’operazione Cormorano, che aveva smantellato una organizzazione dedita allo spaccio di droga e due mesi fa era stato di nuovo fermato, stavolta per un furto di una bicicletta. Era tornato in carcere perché deteneva una pistola. Due giorni fa, era uscito. Stamattina, sotto il portone di casa, nella zona del Ferro di Cavallo nel quartiere Rancitelli a Pescara, lo attendevano in due. Uno dei malviventi, appena lo ha visto, gli è andato incontro sparandogli. Ha mirato alle gambe. Di Risio è stato soccorso e trasportato all’ospedale di Pescara, non è in gravi condizioni. Si aspetta di interrogarlo per capire cosa sia accaduto e se ha Di Risio ha riconosciuto chi gli esploso un intero caricatore. 

L’attività dei carabinieri è comunque iniziata immediatamente e da alcune testimonianze raccolte al Ferro di Cavallo, si sarebbe riusciti a risalire a un uomo, che è stato fermato ed è ora interrogato nella sede del Comando Provinciale di Pescara. Dopo essere stato ascoltato, è stato fermato Roberto Martelli, 33 anni, pluripregiudicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *