Ex Golden Lady: interrogazione di Melilla (Sel) al ministro dello Sviluppo Economico

Sinistra ecologia e Libertà interviene sulla crisi occupazionale in Val Sinello e in particolare sulla difficile situazione delle lavoratrici dell’ex Golden Lady. Oggi, il parlamentare abruzzese di Sel, Gianni Melilla, ha presentato una interrogazione a risposta scritta al ministro dello Sviluppo Economico. Ne da annuncio Alessandro Cianci, coordinatore provinciale SEL. Nell’interrogazione Melilla ricorda che “l’11 luglio a Pescara presso gli uffici della Giunta Regionale d’Abruzzo si sono incontrati i sindacati CGIL CISL UIL e la direzione aziendale della SILDA spa,ex Golden Lady di Gissi per fare il punto sulla drammatica crisi aziendale a seguito del fallimento del progetto di riconversione industriale sottoscritto il 29 maggio 2012 al Ministero dello Sviluppo Economico. L’azienda ha comunicato il licenziamento di tutte le lavoratrici dal 12 luglio 2013 motivandolo con l’assenza di garanzie sulla interpretazione dell’articolo 2 comma 6 della legge 451 / 2013 sulla formazione “on the job”. Su questo problema avevo sollevato al Governo, con una interrogazione del maggio scorso, un chiarimento interpretativo nel tentativo di salvare quell’accordo, ma dal Governo non è venuta nessuna risposta. Le organizzazioni sindacali al fine di salvare i posti di lavoro hanno chiesto la convocazione urgente di un incontro al Ministero dello Sviluppo Economico per definire una proposta in grado di salvare l’occupazione e rilanciare un progetto di reindustrializzazione sul quale l’ Azienda ha comunque confermato una residua volontà di operare, chiarita la normativa sulla formazione; se intenda convocare al più presto un incontro tra le Parti sociali sulla vertenza della ex Golden Lady di Gissi”.

“Non ci rassegneremo mai ad un destino che sembra già scritto ma continueremo ad essere, con atti concreti, vicino alle persone che oggi vivono una terribile condizione lavorativa e personale – sottolinea Cianci -. Già a maggio avevamo inoltrato al competente Ministero una interrogazione parlamentare a proposito ed oggi, con Gianni Melilla, torniamo a chiedere l’intervento del Governo in materia. La difesa del lavoro in Val Sinello è la difesa della dignità delle persone, è la difesa del futuro per un intero territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *