Presunte tangenti negli appalti dell’ACa, i sindacati chiedono riunione urgente dell’assemblea dei sindaci

Le Segreterie Territoriali FILCTEM-CGIL e UILTEC-UIL di Pescara, chiedono la convocazione di una assemblea straordinaria dei sindaci dei comuni aderenti all’ACA Spa per assumere le conseguenti e necessarie iniziative derivanti dalle ultime vicende giudiziarie che hanno riguardato, in particolare ACA e ATER e per rispondere alle questioni, più volte e già da tempo, poste dai sindacati su gestione delle risorse finanziarie e trasparenza.

“Questa situazione, al di là delle responsabilità penali, che, se ci sono, saranno oggetto di discussione nel processo, deve convincere tutti che non è più rinviabile l’acquisizione di un metodo diverso da quello utilizzato fin’ora, un metodo che faccia del confronto e della trasparenza pratica politica quotidiana. Sarebbe sconcertante e drammatico assistere all’aprirsi di uno scontro tra partiti politici fatto di reciproche accuse con il solo obiettivo, neanche tanto nascosto, di conquistare casematte del potere con la logica di gestirle assoggettandole alla pratica della scambio politico e della lottizzazione clientelare. Inoltre una necessaria e ineludibile battaglia per la moralizzazione e la trasparenza non deve in alcun modo offrire il fianco a chi vuole continuare a perseguire il tentativo, mai sconfitto, di trarre profitto persino da un bene essenziale e di vitale importanza mettendo in discussione un concetto che, al contrario deve essere considerato irreversibile, e che declina l’acqua come bene comune e la sua gestione come pubblici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *