A fuoco colorificio a San Giovanni Teatino

Un incendio sulle cui cause stanno compiendo accertamenti i vigili del fuoco del comando provinciale di Chieti, ha interessato la notte scorsa il Colorificio Val Pescara a S. Giovanni Teatino. 

Il rogo si è sprigionato all’interno del capannone che è andato quasi completamente distrutto. Al momento l’incendio e’ stato domato anche se vi sono ancora alcuni focolai. Sul posto sono invertente squadre dei vigili del fuoco di Chieti, Pescara, Ortona e Casoli con sette mezzi e 24 unità. 

Il sindaco di S. Giovanni Teatino, Luciano Marinucci, in una nota stampa rassicura che non ci sono più allarmi in corso per i fumi sprigionatisi. 

“Su consiglio dei Vigili del Fuoco,abbiamo immediatamente avvisato mediante avviso sonoro tutti i residenti affinché precauzionalmente tenessero chiuse porte e finestre e poiché la nube presumibilmente tossica si dirigeva verso Pescara abbiamo avvisato gli amministratori e la Protezione Civile di Pescara per mettere in atto le prime misure di tutela, cui anche noi abbiamo partecipato. Per fortuna ieri notte non c’era vento, per cui il fumo potenzialmente tossico non si e’ disperso e con lo spegnimento dell’incendio non c’é più alcun pericolo relativamente alla tossicità dell’aria”. 

E’ stata allertata l’Arta (agenzia regionale tutela ambientale) che ha attivato tutte le procedure per l’analisi delle acque di caduta che si riversano nel sistema fognario delle acque bianche e le rilevazioni dell’inquinamento atmosferico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *