Legnini all’Anas: “La Fondovalle Sangro va ultimata, è una priorità abruzzese e nazionale”

“La Fondo Vallesangro è una priorità per i cittadini, per le imprese e per l’economia abruzzese, quindi occorre accelerare il completamento dell’opera, soprattutto alla luce degli importantissimi investimenti in Sevel, annunciati dall’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne”.

Parole pronunciate dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giovanni Legnini, a conclusione dell’incontro di oggi, a Roma, con l’Anas, con la partecipazione delle province di Chieti e di Isernia, nonché del presidente della Camera di Commercio di Chieti, Silvio Di Lorenzo, e il direttore del patto Sangro-Aventino, Raffaele Trivilino, si è convenuto di dare una accelerazione alla progettazione per il definitivo completamento della Fondo Vallesangro. 

“Una infrastruttura di enorme rilievo interregionale sia per il servizio di collegamento che offre ai cittadini, sia per l’importante realtà economica della Val di Sangro. L’Anas, su mia iniziativa – ha precisato Legnini -, si è impegnata a redigere lo studio di fattibilità, entro il mese di ottobre, per poi avviare la progettazione e quindi rendere spendibili i 40 milioni di euro, già disponibili con la legge di Stabilità, grazie all’emendamento da me presentato. All’incontro ha partecipato, inoltre, il presidente della Provincia di Isernia, Luigi Mazzuto. Si è deciso di far fronte all’emergenza determinatasi con l’ordinanza di chiusura del tratto molisano della Strada provinciale 88 per le gravi carenze di manutenzione. L’impegno da parte  della Provincia di Isernia e della Regione Molise è quello di redigere il progetto in modo da assicurare la transitabilità sull’unica strada di collegamento oggi esistente, la cui chiusura costituirebbe un fatto gravissimo e dannoso per l’economia della zona”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *