Entro il 2017 l’Abruzzo avrà il Campus Automotive

E’ la notizia che si aspettava da tempo anche perché il rilancio dell’industria non può che avvenire se non attraverso la ricerca. Da tempo ci si preparava e oggi è arrivata l’ufficialità. Entro il 2017 l’Abruzzo avrà il Campus automotive, un’opera strutturale strategica che guarda oltre confine, grazie ai quattro laboratori per la ricerca, la formazione, le nuove tecnologie e una pista test per effettuare prove dirette, non in concorrenza ma qualificate e tecniche come le due piste di prova Abs collocate in Giappone e in Spagna. “Una infrastruttura tutta rivolta all’innovazione e alla ricerca che renderà la comunità abruzzese più forte nelle sfide della globalizzazione – ha dichiarato il presidente della Giunta regionale, Gianni Chiodi. “Così difendiamo e rilanciamo i volumi produttivi di un settore che è un bene da difendere – ha aggiunto l’assessore allo Sviluppo economico, Alfredo Castiglione. L’opera infrastrutturale, finanziata in partnership Regione Abruzzo e Camera di Commercio di Chieti con 40 milioni di euro, di cui oltre 26 milioni riferibili a fondi Fas e 6 provenienti da fondi regionali rinvenienti dalle alienazioni, il cui accordo di programma quadro e’ stato siglato il 2 agosto a Roma, è stata presentata questa mattina in una conferenza stampa a Pescara. La fine dei lavori è prevista nel 2017, come ha spiegato il soggetto attuatore, la Camera di commercio di Chieti, rappresentata dal presidente, Silvio Di Lorenzo. “La sfida – ha precisato – è partita nel 2004. Ma ora tutti hanno capito l’importanza dell’automotive”.

Dunque ci siamo. L’area interessata al progetto, quella della Val di Sangro, dove c’è un’alta concentrazione di industrie metalmeccaniche e automobilistiche, è di circa 90 ettari di terreno ed è ubicata,  in località Mulinello, Piccarda, Piano dell’Olmo, del Comune di Mozzagrogna, in prossimità dell’Uscita Val di Sangro della A14. Prevede un’area test (circuito) da utilizzare al servizio sia dei laboratori che di altre attività (corsi di guida sicura, corsi per il conseguimento della patente di guida ed eventi speciali, ecc.). Sviluppano l’innovazione di prodotto e di processo, basata sull’impiego di nuovi materiali e tecnologie innovative di formatura/assemblaggio, e di processo. Sono previsti, in particolare, quattro tipologie di laboratorio: d’ Ingegneria della trasformazione, per nuovi materiali e processi per alleggerimento dei veicoli; per nuove tecnologie per il trattamento delle superfici e manufacturing a minimo impatto ambientale; per virtual & physical testing–marketability: performance/qualità.

Il Campus rappresenta una spinta in più al completamento di quelle infrastrutture nell’area (Fondovalle Sangro, linea ferroviaria della Sangritana per Castel di Sangro), preziosissime per l’Abruzzo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *