Lotta allo spaccio a Vasto: i Carabinieri scoprono albanese con 33 chili di marijuana in auto. La Finanza una piantagione di canapa

Un albanese di 33 anni,  Erjon Koroveshi, originario di Valona ma da tempo abitante a San Salvo, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Vasto dopo essere stato trovato in possesso di 33 chili circa di marijuana. L’uomo è stato fermato, ieri mattina, da una pattuglia di militari che stava svolgendo un posto di controllo alla circolazione stradale nei pressi dell’uscita del casello “Vasto Sud” dell’autostrada A/14. Ad insospettire i carabinieri è stato l’evidente abbassamento, nella parte posteriore, della Mercedes Classe A condotta dal 33enne. Alla vista degli uomini dell’Arma l’albanese è apparso molto nervoso e preoccupato aumentando così i sospetti da parte dei carabinieri. La conferma per i militari è arrivata quando all’uomo è stato chiesto di aprire il bagagliaio della sua auto. All’interno di 3 buste di plastica di colore nero gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto 31 involucri di cellophane, opportunamente chiusi con del nastro adesivo da imballaggio, contenenti complessivamente circa 33 chili di sostanza stupefacente del tipo marijuana. L’albanese è stato quindi dichiarato in stato di arresto con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato associato al carcere di Torre Sinello.

I finanzieri della Compagnia di Vasto, nell’ambito del contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno scoperto e sottoposto a sequestro una piantagione di canapa indiana. Il responsabile è stato individuato in un operaio di origine siciliana, residente a Vasto, il quale coltivava in un terreno adiacente alla propria abitazione circa 20 piante di canapa indiana e deteneva 100 grammi di marijuana pronta per essere immessa sul mercato illecito. Il predetto è stato tratto in arresto e  ristretto  presso la locale casa circondariale per violazione del reato di cui all’art. 73 del D.P.R. 309/90. L’attività di controllo prosegue  per l’individuazione di eventuali ulteriori pusher analogamente  operanti nel territorio vastese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *